Messaggio 21 gen 2009, 10:45

Numark X2

Immagine

inanzitutto è oramai più di una settimana che ne sono in possesso
ma il poco tempo che ho a disposizione ha contribuito a ritardare
un mio commento sul forum.
partendo dall'imballaggio devo dire che è stato ben curato per proteggerlo da urti
e sbattimenti dovuti al trasporto.
la dotazione di serie comprende oltre alla macchina 3 cavi rca, un cavo per il fader start
oppure il relay con altro lettore compatibile ed il cavo pe l'alimentazione.
in una scatoletta a parte poi si trova il secondo braccio (dritto) in dotazione,
il porta testina, il led per lo stoboscobio, il peso, la prolunga da utilizzare
con il braccio ad esse che nel mio caso era già montato,e l'adattore per i vinili 7".
in una seconda scatola vi è poi contenuto un vinile con applicato l'adattore per il perno
che serve a controllare il cd. suddetto vinile ha inciso dei tools per uso scratch.
sempre nella seconda scatola vi è contenuto il volano del giradischi, il tappetino slipmat
ed un cd anch'esso contenente vari tools, loop e canzoni.
monto la testina e mi appresto a regolare peso ed altezza braccio e con stupore mi accorgo che
sulla ghiera per la regolazione dell'altezza manca un qualsiasi riferimento numerico.
ciò per me non ha rappresentato nessun problema ma trovo doveroso segnalare questa mancanza,
considerando che per chi si appresta ad effettuare questa operazione per la prima volta
può creare dei problemi.
ora mi appresto a collegare lo strumento al mixer per la prima prova d'ascolto e verificare
se i settaggi del gruppo braccio sono corretti.
lo strumento presenta tre uscite così suddivise :
uscita principale che ingloba sia il lettore cd che il giradischi da collegare ad ingresso linea,
una uscita dedicata al lettore cd, ed infine l'uscita giradischi da collegare all'ingrsso phono.
il giradischi non necessita del cavo per la massa a terra.
faccio presente che i connettori rca in questo caso non sono placcati oro.
nella stessa sezione poi vi è l'ingrsso per l'alimentazioe ed i connettori per il fader start
ed il relay.
passando poi ai comandi principali noto la pulizia e la facilità d'uso degli stessi.
ai bordi del telaio vi sono i classici pulsantoni di casa numark per l'avvio e l'arresto del piatto.
adiacenti ad essi vi sono i comandi per regolare lo startup ed il brake del piatto stesso .
stessi comandi vengono utilizzati per la modalità cd.
al lato sinistro del gruppo braccio vi è il pulsante dell'interuttore, mentre a destra si tova il tasto tap con i
4 led della funzione beatkeeper.
scendendo sotto di essi vi è il comando per il reverse,
il selettore per la modalita giradischi/cd, il pulsante key lock, il pulsante per la selezione del range del pitch,
ed il pitch fader.
sul lato sinistro del pitch fader si trovano in sequeanza a partire dall'alto :
il pulsante per disabilitare il volano quando si ascoltano i cd, il pulsante per il display, il pulsante per usare il menù del lettore,
quello per regolare la velocità dei giri 33/45, i tastini per scorrere nella traccia, il display sotto al quale vi sono i comandi play/pause
loop in/ loop out e reloop.
a sinistra di questi comandi si trova il tasto per selezionare leclassiche modalità scratch di casa numark.
frontalmente al telaio vi è lo slot per il caricamento del cd (slot in) ed alla sua destra il tasto eject.
il lettore cd legge i formati cd-r e cd-rw audio rilevando l'eventuale cd-text e cd dati con mp3.
il tempo di lettura a caricamento avvenuto è di circa 5/6 secondi, mentre il range del pitch varia da 6-12-25-100%
limitato ad 80% con uso vinile e 50% con il formato mp3 con sensibilità dell'1% sul range +/- 6%
caratteristica che contraddistingue questo strumento è la possibilità di miscelare il brano che è riprodotto sul cd con la traccia del vinile
tramite le due uscite dedicate.
faccio notare che il procedimento inverso è possibile ma di non facile gestione dato che non si può utilizzare il range del pitch sul cd
quando è in funzione la modalità vinile cosa possibile con la modalità inversa.
più facile fare che da spiegarsi.
questo è un appunto che mi sembrava doveroso precisare ed è un peccato che la numark non lo abbia tenuto in considerazione.
avendo a disposizione altri strumenti ho fatto anche un raffronto tra di essi.

numark x2 vs numark cdx.

il raffronto tra le due macchine della stessa casa fa notare che il cdx ha più funzioni quali gli effetti e la possibilita di regolare la lunghezza del loop
tramite i tasti trim cose che l' x2 non ha, mentre la modalità vinile è pressochè identica, nascendo dallo stesso progetto.
mi sarebbe piaciuto confrontare le due macchine anche con il technics sl dz 1200, ma se vi sarà l'occasione non mancherò di segnalarlo.

numark x2 vs stanton st 150 vs technics sl 1210 mkII

in questo caso l'x2 si posiziona in mezzo ai due concorrenti.
lo stanton ha dalla sua una forza motore impressionante.
il technics oramai è conosciutissimo per la sua longevità e per una precisione che questi due concorrenti ancora devono dimostrare
anche se oramai la forza del motore di quest'ultimo è stata superata dai nuovi strumenti che hanno fatto la loro comparsa recentemente.
l'x2 non ha la forza di trazione dello stanton, ma si è dimostrato superiore al technics essendo anch'esso un giradischi della nuova generazione.

il mio giudizio sulla macchina numark è molto positivo anche se presenta alcune lievi lacune sulle quali si può sorvolare,
ma che ci sono ed è giusto farle presenti.
a me piace tra l'altro anche l'estetica.
il mio personale voto è un 8 con riserva.
la riserva è data dal fatto che se in futuro riuscirà a dimostrarsi (per un uso home) affidabile come il giradischi principe dei club mondiali
il mio voto personale sarà un bel 9,5 pieno.
per le caratteristiche che cercavo nell'aquisto di questo prodotto in questo breve periodo di uso mi ha ampiamente soddisfatto.