FAQ  •  Iscriviti  •  Login

Domande varie ENPALS

<<

antisociale

Avatar utente

Dj Forum Newbie
Dj Forum Newbie

Messaggi: 141

Iscritto il: 13 nov 2008, 10:24

Località: Prov. Siena

Messaggio 29 mag 2009, 11:12

Re: ENPALS e Disc-Jockey

Ma qui ci si riferisce solo a chi fa del djing la propria attività principale e quindi unica fonte di reddito o vale per tutti, anche per chi lo fa come "seconda attività"? Non mi è chiara questa cosa!!
Se io sono dipendente di un'azienda e svolgo la mia attività di impiegato, quindi con iscrizione all'INPS e versamento dei contributi tutto in regola, e poi nel weekend occasionalmente metto la musica in un locale? Il gestore del locale deve "iscrivermi" all'Enpals? Anche se è occasionale e cambia di volta in volta? Scindendo l'aspetto previdenziale da quello fiscale, io posso rilasciare una ricevuta in che casi?
Il vincente trova sempre una strada, il perdente trova sempre una scusa
<<

Morpheus

Dj Forum User
Dj Forum User

Messaggi: 650

Iscritto il: 20 mag 2005, 11:31

Località: Vicenza

Messaggio 29 mag 2009, 14:50

Re: ENPALS e Disc-Jockey

Volevamo essere il meno complicati possibile, perciò alcune cose le abbiamo date per scontate.

Nello spettacolo la prevalenza non esiste, ciò significa che tu puoi benissimo fare l'impiegato e versare, ovviamente, ciò che compete al tuo datore di lavoro all'INPS e all'INAIL o se sei tu il datore di lavoro, versare per te attraverso i registri speciali, e fare ANCHE attività come disc-jockey con le relative incombenze in ordine all'ENPALS. Le due cose possono convivere e possono anche essere riunite in un unica pensione a "fine carriera".

Quindi anche con la tua normale attività, il datore di lavoro è obbligato ad iscriverti all'ENPALS per lo specifico impegno nello spettacolo e versare i contributi.
L'iscrizione si fa una volta sola e vale per tutta la vita. Eventuali secondi ingaggi non comporteranno una nuova iscrizione ma solo la denuncia della tua posizione sull'agibilità del datore di lavoro con, nuovamente, i conseguenti obblighi..

A mio parere, puoi fare una prestazione autonoma occasionale, con una piccola notula col tuo codice fiscale al quale il datore applicherà la trattenuta fiscale del 20%. Poi tu inserirai questi guadagni sulla tua dichiarazione.
Genericamente il limite tra l'occasionale e il professionale è di 5mila euro l'anno, se vuoi maggiori dettagli guarda la Legge 30 (Legge Biagi).
Dovrò poi controllare e lo farà appena mi sarà possibile ma credo che nel caso di prestazione autonoma occasionale, non sia prevista la rivalsa a carico del lavoratore per i versamenti ENPALS. Dovrò verificare, come detto.
<<

Carcass

Messaggi: 2

Iscritto il: 25 ago 2009, 19:15

Messaggio 25 ago 2009, 19:19

Re: ENPALS e Disc-Jockey

:)

Salve ho scoperto per caso questo forum e queste linee guida fatte veramente bene.

volevo domandare visto che mio cugino ha iniziato questo anno, per il 2010 dovra fare unico o 730?? o se non supera una soglia di reddito non lo deve proprio fare??'

La facoltà di aprire una agibilità personale lo porta a farsi carico dei relativi obblighi, dovrà perciò, Il 16 del mese versare i contributi attraverso l'F24, il 24 dovrà presentare denuncia contributiva all'Ente.

Lui è nella situazione sopra descritta, come deve compartarsi???

Inoltre so che lui dovrebbe usare un codice PIn per pagare on line gli f24 mentre li paga alla posta, a mio avviso sbagliando...........

grazie mille a nome mio e suo :D
<<

Morpheus

Dj Forum User
Dj Forum User

Messaggi: 650

Iscritto il: 20 mag 2005, 11:31

Località: Vicenza

Messaggio 26 ago 2009, 8:14

Re: ENPALS e Disc-Jockey

Ciao Carcass, argomenti "da commercialista", personalmente non so darti risposte certe, se qualcuno qui è più addentro all'argomento si faccia avanti :)

A spanne, però, l'UNICO si presenta in sostituzione del 730 (dipendenti e pensionati) quando la persona fisica, restringendo il campo al nostro specifico, percepisce redditi da lavoro autonomo CON partita IVA.

Credo perciò che, nel caso che descrivi, si dovrà presentare l'unico. Se invece, i redditi autonomi sono da considerare come "occasionali" (senza partita IVA), allora si resta col 730.

Il codice PIN che ti rilascia l'Ente non serve per il pagamento dell'F24 i quali si debbono pagare per via telemativca, attraverso la propria banca col servizio di home banking ad esempio, se titolare di partita IVA. Possono essere pagati in posta attraverso il modello "classico" dai "normali privati".
<<

Carcass

Messaggi: 2

Iscritto il: 25 ago 2009, 19:15

Messaggio 26 ago 2009, 21:08

Re: ENPALS e Disc-Jockey

grazie della risposta :)

Cmq che io sappia l'unico si presenta ANCHE da persone senza PI quando tra giugno e luglio non si ha un sostituto di imposta (ovvero chi fa il 730 es. un pensionato lo ha avendo l'inps)

nel nostro caso se rientrasse nel primo e secondo caso sarebbe come se fosse un dipendente, quindi avrebbe un cud l'anno successivo e dunque 730 se non ha partita iva se si , la ha, fa unico

essendo un terzo caso che fa tutto a se rimane solo unico anche se non ha partita iva, ma perche non ha un sostituto in caso di dichiarazione da fare, poiche fa tutto lui compresi i contributi.

questo è un link molto utile....

http://www.studiotamburelli.it/new/approview.asp?id=162

adesso mi domando se sapete se ci sia un limite sotto la quale in ogni caso non va dichiarato.......?????

infatti ho trovato questo

E' arrivato quasi come un fulmine a ciel sereno... un piccolo comma all'interno della selva delle disposizioni della Finanziaria 2007 che risponde - in modo giusto o sbagliato lo dovete dire voi - ad anni di richieste, proposte, proteste (neanche troppe) e che lascia a bocca aperta soprattutto i gruppi e i musicisti giovani e/o "emergenti" che da anni sono combattuti tra aderire o meno ad associazioni e cooperative, farsi pagare i contributi dagli organizzatori e dai gestori dei locali (ove questi si prendano la briga di farlo), o nascondersi all'ombra dei concerti "in nero"...
E invece: con l'anno nuovo ecco un bel regalo! Chi effettua spettacoli musicali (ma anche di divertimento o di celebrazione di tradizioni popolari e folkloristiche) e rientra in una di queste condizioni:
1. è giovane fino a 18 anni OPPURE
2. è studente OPPURE
3. è pensionato OPPURE
4. svolge una attività lavorativa per la quale è già tenuto al versamento dei contributi ai fini della previdenza obbligatoria (praticamente qualsiasi lavoro);

E per la sua attività di musicista non percepisce più di 5000 euro (lordi) l'anno

PUO' TRANQUILLAMENTE E LEGALMENTE ESIBIRSI SENZA BISOGNO CHE NESSUNO GLI VERSI CONTRIBUTI ENPALS, SENZA CERTIFICATO DI AGIBILITA' E SENZA ISCRIVERSI O AVERE ALCUN RAPPORTO CON L'ENPALS.


inoltre ai fini fiscali ho trovato questo bel link

http://www.accordo.it/articles/2009/05/ ... dditi.html

dove dice che è vero sul limite dei 5000,00 da non superare ma entro le 30 prestazioni annue. inoltre ti consiglio di leggere i commenti all'articolo dove spiega molte ma molte cose in merito alla dichiarazione, alla emissione di ricevute con o snza ritenuta di acconto, agibilità enpals

dunque anche se non li superi ma fai 30 serate vanno dichiarati uguale.

direi se vuoi aggiornare il post ne hai materiale al max ti do aiuto io :)

;)
<<

Morpheus

Dj Forum User
Dj Forum User

Messaggi: 650

Iscritto il: 20 mag 2005, 11:31

Località: Vicenza

Messaggio 27 ago 2009, 7:27

Re: ENPALS e Disc-Jockey

Come ti ho detto, sono argomenti sui quali personalmente vado con molta calma, avendo ben poca dimestichezza. Ho sempre delegato al commercialista questioni di questo tipo.
Non mi tiro però mai indietro, in discussioni che mi possano aiutare a capire meglio questioni che conosco poco o niente.

Per cui mi/ti domando:
Si certo, Unico lo possono presentare anche soggetti che non hanno partita IVA, infatti ho specificato nella mia risposta: "restringendo il campo al nostro specifico...". Non penso sia interessante conoscere gli altri casi che non hanno nulla a che vedere col nostro lavoro. In ogni caso e restando alla questione fiscale (imposte sul reddito), il "lavoratore autonomo occasionale" ha il sostituto d'imposta che è il suo committente. Egli, infatti, trattiene con Ritenuta d'Acconto il 20% che versa e certifica. Quale sia poi il meccanismo per la dichiarazione, come ho detto, mi rimetto alla spiegazione di chi è più dentro l'argomento.

Perciò, se tuo cugino è un "occasionale" avrà delle imposte sul reddito già pagate alla fonte e che dovrà dichiarare col 730. Credo che in questo, se non è il suo datore di lavoro "normale" a farsene carico, un CAF può essere utile.

Sul terzo caso che proponi, ti sbagli perché la posizione contributiva prevista dall'ENPALS è solo una delle tante posizione che il "lavoratore" può assumere ma riguarda solo la parte contributiva. "Fa da solo" cioè, SOLO per ciò che riguarda, essendo iscritto al numero 500 ed avendo aperto l'agibilità personale, gli obblighi contributivi appunto. La RA fiscale è cosa che spetta sempre al committente.

Il riferimento che fai alla Finanziaria 2007 è cosa già discussa a lungo e chiarita dall'Ente. Tolta la precisazione che è di ENPALS che si tratta in quell'articolo della Finanziaria e non di redditi, la norma si applica alle "esibizione dal vivo" che detto in altre parole significa che il DJ non ne può usufruire.

Sul limite dei 5mila euro etc, nella guida è specificato che il riferimento è generico e che la norma precisa è contenuta sulla LEGGE 30 o LEGGE BIAGI.

PS. Mi pare di ricordare però, poi controllo, che le 30 serate sono da fare con lo stesso committente.... o meglio ancora, il limite totale è di 5mila euro, le 30 giornate sono con lo stesso committente.
31 giornate con un committente anche senza superare il limite, fanno cadere il carattere di occasionalità della prestazione. Questo giusto per fare un esempio.
<<

magnitudox

Messaggi: 27

Iscritto il: 20 nov 2009, 12:33

Messaggio 20 nov 2009, 12:44

Re: ENPALS e Disc-Jockey

Ciao a tutti!
Anzitutto ottima guida! Spesso i siti di SIAE ed ENPALS sono dei labirinti!
Secondariamente vengo alla mia domanda specifica: sono certo di avere una posizione ENPALS creata da un mio datore di lavoro, e rimasta poi per diverso tempo nel dimenticatoio; posso rintracciarla dal sito ufficiale e comunicarla al nuovo datore di lavoro oppure è quest'ultimo ad avere l'onere di recuperarla? Il dubbio mi sorge spontaneo poiché il sito ENPALS, per accedere ai servizi, mi chiede il CF, e il PIN che io personalmente non ho mai avuto.

Grazie in anticipo!
<<

Morpheus

Dj Forum User
Dj Forum User

Messaggi: 650

Iscritto il: 20 mag 2005, 11:31

Località: Vicenza

Messaggio 20 nov 2009, 17:03

Re: ENPALS e Disc-Jockey

Se vuoi, moto più velocemente basta una telefonata alla sede enpals competente per territorio. I numeri sono sul sito enpals. Dal tuo CF si risale alla tua posizione.
Puoi, se vuoi, sempre attraverso il CF fare richiesta del PIN che ti sarà spedito a casa e con il quale potrai accedere ai servizi online.

L'onere spetta al tuo datore di lavoro che, comunque sempre col tuo CF potrà tranquillamente completare nella giusta maniera i dati richiesti per la sua agibilità.

Chiama l'ENPALS, credo che sia il sistema più facile.
<<

DJLucaCI

Dj Forum Newbie
Dj Forum Newbie

Messaggi: 92

Iscritto il: 10 gen 2010, 11:32

Messaggio 22 gen 2010, 11:47

Re: ENPALS e Disc-Jockey

Inizio con il complimentarmi per il topic e vengo subito alla mia impressione:
Premessa: Io ho già un lavoro quindi verso già i contributi al mio ente previdenziale. Poi ho il mio "hobby" quindi suono in vari locali. Per quelli come me tempo fa venne fuori la normativa che ormai tutti conosciamo dei famosi 5,000 euro, quindi mi sono registrato ell'Enpals, che tramite siae mi ha rilasciato il tesserino con tanto di matricola e registrato come "Lavoratore autonomo esercente l'attività musicale" precisamente categoria 500 (questo riporta il tesserino) quindi con il mio bel pin posso accedere a tutti i servizi online di Enpals (agibilità, dichiarazioni ecc.ecc). Mi rivolgo ad un amico che si occupa esclusivamente di assistere artisti che svolgono spettacolo e cosa scopro.........Che quella circolare vale per tutte le attività musicali eccetto i DeeJay, quindi ok per pianobar ok per cantante o musicista ma non per il tipino che dietro una console mette dei dischi, quindi la mia considerazione a questo punto è che una persona o fa il DJ per professione oppure non lo può fare. (SMENTITEMI VI PREGO)
Questi erano i passi che facevo io prima, forse sbagliando:
-accordo con il locale tramite una "dichiarazione tra le parti", semplice foglio dove c'era scritto il locale, io la data e l'eventuale compenso.
-richiesta agibilità per la data prevista all'enpals registrando la mia matricola e quella del locale.
-assoluzione degli obblighi SIAE da parte del locale (con relativa compliazione da parte mia del Borderò rosso con tutti i pezzi passati).
-denuncia telematica all'enpals per il successivo pagamento del contributo in base alla somma percepita (questo si fa anche se la prestazione è stata a titolo gratuito, in questo caso si paga un minimo stabilito che dovrebbe essere il 33% di 43 euro circa, se non ricordo male).
QUESTA ERA LA PROCEDURA CHE IO RITENEVO ESATTA NEL CASO DI UN LAVORATORE CHE FA ANCHE IL DJ

ps. nel labirinto che c'è tra enpals e siae davvero pochi ci capiscono qualcosa
DjLucaCI - http://www.djlucaci.it
Realizzazione di cuffie e monocuffie per DJ
Immagine
_________________
<<

Morpheus

Dj Forum User
Dj Forum User

Messaggi: 650

Iscritto il: 20 mag 2005, 11:31

Località: Vicenza

Messaggio 22 gen 2010, 14:58

Re: ENPALS e Disc-Jockey

Sei uno dei tanti (o pochi non saprei dire) che hanno male interpretato o sono stati forse, male indirizzati alla esatta comprensione delle norme che ci riguardano.
Facciamo un passo alla volta.

Che tu abbia già un altro lavoro ha ben poca importanza. Il tuoi contributi saranno versati all'ente di competenza (generalmente INPS) per il tuo lavoro principale e all'ENPALS con la tua relativa e specifica posizione, per il lavoro che svolgerai nellospettacolo, come DJ cioè. IPNS ed ENPALS possono tranquillamente convivere ma restano, per i contributi pensionistici, separati.

Cosa intendi per 5mila euro? E' possibile che tu sia caduto nel tranello dell'art. della Finanziaria di qualche anno. Lo abbiamo detto mille volte anche qui e poi una circolare dell'EPALS stessa, ha chiarito che tale esenzione è solo valida per i musicisti che si esibiscono in spettacolo con musica dal vivo, musica suonata. Neppure un pianista di paino bar, se utilizza supporti registrati può accedervi, certamente non è valida per i DJ, in nesun caso.

Il fatto che tu sia iscritto al numero 500 non significa che un tuo prossimo datore di lavoro, per esempio una discoteca vera, abbia l'obbligo di iscriverti all'ENPALS come DJ (numero 32) perché è sul datore di lavoro che ricadono tutti quegli obblighi, come è scritto comunque nel topic.

No puoi benissimo fare il Dj anche per hobby o come lavoratore autonomo occasionale, non c'è nessun problema. In ogni caso sarà sempre il tuo datore di lavoro a farsi carico degli obblighi relativi che tu sia professinista con partita iva, occasionale senza partita iva o assunto dipendente.

Sugli accordi che prendi coi locali c'è poco da discutere, ti fai carico degli obblighi che normalmente sono a carico del committente, spero solo che tu ne sia consapevole.
Se compili il borderò rosso, significa che il locale non fa ballo, non è una discpteca cioè. E' possibile che sia un normale altro pubblico esercizio (un bar, esempio) che abbia un permesso per il cosiddetto "concertino".

La procedura è in linea generale, giusta, solo che il DJ non ha quegli obblighi a meno che non se li vada a cercare.
PrecedenteProssimo

Torna a Legal

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by ST Software for PTF. Credits: Goody Music - WebMaster Studio 03
Traduzione Italiana phpBB.it